Cosa fare a Milano Logo Dark

Da Ottobre 2021 - Per tutti gli amanti dell’Open Wine, ecco gli aperitivi a tutto vino da non perdere a Milano. Le tradizioni diventano tali nel momento in cui si ripetono sempre, a prescindere da cosa accada. E anche dopo un anno di

Il governo ha deciso ieri che il Green Pass sarà obbligatorio per eventi sportivi, fiere, congressi, musei, parchi divertimento, centri termali, sale bingo e casinò, teatri, cinema, concerti, concorsi pubblici. Oltre a questi si aggiungono bar e ristoranti al chiuso (non è necessario invece per sedersi all’aperto

Ha appena aperto un museo dove sperimentare con 70 attrazioni su scienza, psicologia, biologia, matematica e fisica, per imparare divertendosi come non abbiamo mai fatto prima Mettere alla prova il nostro cervello, i nostri occhi, la nostra immaginazione ridendo, urlando per lo stupore,

Vivi i Beni del FAI fino a tarda sera Dopo tanti mesi trascorsi in casa, si ha voglia di uscire per trascorrere una giornata all’aperto, a contatto con la natura e con l’arte, alla scoperta di luoghi vicini e spesso poco noti, che meritano una

Dal Paese del Sol Levante, l'hanami ha fatto il giro del mondo ed è arrivato in Italia: il nuovo giardino zen di Piazza Piola 21 ciliegi in fiore che si alternano a sedute pubbliche e sculture cosmiche e meravigliose, un luogo

Date, orari e luoghi del Christmas Truck Tour Il Coca Cola Christmas Truck, il camion griffato Coca Cola, è attualmente in tour in Italia accanto ai mezzi di Banco Alimentare per «donare a tutti, anche se a distanza, un momento di gioia». Da Segrate a Bareggio,

Presentati i progetti per "Il Natale degli alberi 2020". Ecco come saranno e dove si troveranno: 1. Piazza Duomo, Coca Cola Il grande albero di piazza Duomo sponsorizzato da Coca Cola Italia racchiuderà in sé le energie della città rappresentando le sue mille anime.

Abbiamo bisogno di relax. Tutti, ma forse a Milano di più. E forse per questo Milano offre molto indirizzi dedicati al benessere, alla bellezza e al relax: City Spa dove andare solo per qualche ora, o per un pomeriggio, tra sauna, bagno turco,

Riapre Gardaland: dalle mascherine agli accessi limitati, ecco tutte le regole È arrivato il via per la riapertura di Gardaland. Dal 13 giugno il Parco tornerà ad accogliere gli ospiti per offrire giornate di divertimento all’insegna della totale sicurezza. In questi mesi,

La Mostra riapre dal 30 Maggio al 28 Giugno 2020 L’esposizione internazionale “L’esercito di Terracotta e il Primo Imperatore della Cina” riapre le porte sabato 30 Maggio, dando così la possibilità al pubblico di ammirare dal vivo uno dei tesori più

Top
Titolo Cosa fare a Milano

Biglietti Atm 2 euro e nuove Tariffe per gli Abbonamenti

  /  News   /  Biglietti Atm 2 euro e nuove Tariffe per gli Abbonamenti
Biglietti Metro Milano

Biglietti Atm 2 euro e nuove Tariffe per gli Abbonamenti

Il Comune di Milano tira dritto sulla politica dell’aumento del biglietto Atm: emerge dopo un incontro tra il sindaco Beppe Sala e l’assessore alla mobilità Marco Granelli, da una parte, e i vertici della Regione Lombardia, a cominciare dal presidente Attilio Fontana, dall’altra.
Senza il sì della Regione, infatti, Palazzo Marino può aumentare il biglietto di soli 4,5 centesimi di euro, in pratica portandolo al massimo a 1,595 euro. L’intenzione del Comune è invece quella di portarlo a 2 euro, considerando gli aumenti di gestione dovuti sia al maggior afflusso di turisti sia alle nuove linee (e prolungamenti) della metropolitana: la futura M4 e le M1 e M5 fino a Monza.
Il problema è che, a dicembre 2018, un emendamento di Forza italia alla Legge di bilancio della Regione ha “stoppato” l’aumento previsto da Palazzo Marino, costringendo quindi all’impasse. Che ora si potrebbe sbloccare con una risoluzione della commissione regionale sui trasporti e poi con un voto in aula. Fontana, interrogato sul punto, ha affermato che l’aumento è “una scelta della città”, facendo intendere di non volere interferire su questo.
In parallelo è sul tavolo la riforma della tariffazione integrata, che nelle intenzioni dovrebbe venire incontro alle richieste dell’hinterland milanese, ma non solo. Sono previste infatti zone concentriche fino a Lodi e Pavia, che interesserebbero tutte le aziende di trasporto pubblico che operano in un’area ben più estesa della sola Città Metropolitana milanese.
Un lavoro di armonizzazione che non si risolve in pochi giorni. Per questo motivo, è probabile che Sala potrà attuare il suo piano per farlo partire all’inizio di maggio 2019, ma solo nella nuova area urbana che comprenderà anche diversi Comuni dell’immediato hinterland, mentre l’integrazione tariffaria estesa fino alla Brianza, al Pavese e al Lodigiano dovrà aspettare almeno settembre.

Atm, biglietto a 2 euro: come cambiano le tariffe

Ma quali saranno gli aumenti del biglietto Atm a Milano e nei Comuni dell’hinterland milanese? Ecco in sintesi il piano della giunta di Palazzo Marino guidata dal sindaco Beppe Saala. Il biglietto ordinario urbano passerà da 1,50 a 2 euro ma sarà valido anche nei Comuni di Pero, Rho, Settimo Milanese, Cesano Boscone, Corsico, Buccinasco, Assago, Rozzano, Opera, San Donato Milanese, Peschiera Borromeo, Segrate, Vimodrone, Cologno Monzese, Sesto San Giovanni, Cinisello Balsamo, Bresso, Cormano e Novate Milanese.

Nuovi abbonamenti mensili e annuali: ecco il costo

Nella stessa cerchia, il biglietto giornaliero passerà da 4,50 a 7 euro; l’abbonamento mensile ordinario da 35 a 39 euro; il settimanale da 11,30 a 17 euro; il carnet da dieci corse da 13,80 a 18 euro. Resta invece invariato l’abbonamento annuale (330 euro) e, novità, gli under 14 potranno viaggiare gratis sui mezzi pubblici, così come già oggi gli over 65 con Isee inferiore a 16 mila euro.
Inoltre gli abbonamenti non solo annuali ma anche mensili resteranno invariati per gli under 26 (22 euro e 200 euro) e i senior sopra i 65 anni, donne e uomini (30 euro e 300 euro). Restano invariati, per i senior, gli abbonamenti “off peak” fuori dall’ora di punta mattutina (16 euro il mensile, 170 euro l’annuale) e i ridotti (22 euro il mensile, 200 euro l’annuale), questi ultimi riservati a chi ha un Isee tra 16 mila e 28 mila euro.