Cosa fare a Milano Logo Dark

Da Ottobre 2021 - Per tutti gli amanti dell’Open Wine, ecco gli aperitivi a tutto vino da non perdere a Milano. Le tradizioni diventano tali nel momento in cui si ripetono sempre, a prescindere da cosa accada. E anche dopo un anno di

Il governo ha deciso ieri che il Green Pass sarà obbligatorio per eventi sportivi, fiere, congressi, musei, parchi divertimento, centri termali, sale bingo e casinò, teatri, cinema, concerti, concorsi pubblici. Oltre a questi si aggiungono bar e ristoranti al chiuso (non è necessario invece per sedersi all’aperto

Ha appena aperto un museo dove sperimentare con 70 attrazioni su scienza, psicologia, biologia, matematica e fisica, per imparare divertendosi come non abbiamo mai fatto prima Mettere alla prova il nostro cervello, i nostri occhi, la nostra immaginazione ridendo, urlando per lo stupore,

Milano è una città d’acqua e possiede circa 80 fontane, sparse qua e là, furono costruite fontane dalle forme e dalle funzioni più disparate, diventando ben presto però eleganti e sofisticate soluzioni adottate per decorare piazze e strade. Alcuni dei più celebri

Vivi i Beni del FAI fino a tarda sera Dopo tanti mesi trascorsi in casa, si ha voglia di uscire per trascorrere una giornata all’aperto, a contatto con la natura e con l’arte, alla scoperta di luoghi vicini e spesso poco noti, che meritano una

Dal Paese del Sol Levante, l'hanami ha fatto il giro del mondo ed è arrivato in Italia: il nuovo giardino zen di Piazza Piola 21 ciliegi in fiore che si alternano a sedute pubbliche e sculture cosmiche e meravigliose, un luogo

Date, orari e luoghi del Christmas Truck Tour Il Coca Cola Christmas Truck, il camion griffato Coca Cola, è attualmente in tour in Italia accanto ai mezzi di Banco Alimentare per «donare a tutti, anche se a distanza, un momento di gioia». Da Segrate a Bareggio,

Presentati i progetti per "Il Natale degli alberi 2020". Ecco come saranno e dove si troveranno: 1. Piazza Duomo, Coca Cola Il grande albero di piazza Duomo sponsorizzato da Coca Cola Italia racchiuderà in sé le energie della città rappresentando le sue mille anime.

Abbiamo bisogno di relax. Tutti, ma forse a Milano di più. E forse per questo Milano offre molto indirizzi dedicati al benessere, alla bellezza e al relax: City Spa dove andare solo per qualche ora, o per un pomeriggio, tra sauna, bagno turco,

Riapre Gardaland: dalle mascherine agli accessi limitati, ecco tutte le regole È arrivato il via per la riapertura di Gardaland. Dal 13 giugno il Parco tornerà ad accogliere gli ospiti per offrire giornate di divertimento all’insegna della totale sicurezza. In questi mesi,

Top
Titolo Cosa fare a Milano

Inaugurazione Mostra Chagall – Sogno di una notte d’estate

  /  Arte   /  Inaugurazione Mostra Chagall – Sogno di una notte d’estate
Marc Chagall - Sogno d'amore

Inaugurazione Mostra Chagall – Sogno di una notte d’estate

Inaugurazione Mostra Chagall – Sogno di una notte d’estate

Per acquistare i tuoi biglietti: Acquista 

chagall-1
Nella splendida cornice del Museo della Permanente di Milano, dal 14 ottobre 2017 al 28 gennaio 2018, Per la prima volta in Italia la mostra-spettacolo dedicata a uno dei più grandi maestri del Novecento.
Chagall (Vitebsk, 7 luglio 1887 – Saint-Paul-de-Vence, 28 marzo 1985) è stato un pittore russo naturalizzato francese, d’origine ebraica.Inizia l’attività in Russia, ma è durante il suo primo soggiorno a Parigi che rimane colpito dalle ricerche sul colore dei Fauves e da quelle di Robert Delaunay.
La mostra “Chagall. Sogno di una notte d’estate”

Quella che si terrà al Museo della Permanente di Milano è una “mostra spettacolo”, la cui regia è affidata Gianfranco Iannuzzi, Renato Gatto e
Massimiliano Siccardi. Si tratta di un modo nuovo di divulgare l’arte in cui l’opera fisica (il dipinto vero e proprio) è sostituito da scenografie e rappresentazioni 3D accompagnate da una colonna sonora composta appositamente per l’evento e da brani narrati, il tutto con
l’obiettivo di far vivere allo spettatore un’esperienza plurisensoriale che stupisca ed emozioni.
Del resto, nessun artista riesce a parlare al cuore dello spettatore come fa Chagall grazie alle sue opere permeate di una dolcezza genuina che rompe ogni mediazione tra lo spettatore e l’artista.
La mostra di Milano ripercorrerà, attraverso dodici macro sequenze, i momenti chiave della vita di Marc Chagall.
Si parte da Vitebsk, il paese natale del pittore e soggetto ricorrente nei suoi dipinti, come nel celebre In volo sopra Vitebsk, in cui l’artista si leva sui tetti della piccola città bielorussa mentre stringe tra le braccia l’amata Bella. Altra sezione importante è quella dedicata alla guerra, che ebbe un ruolo tragico nella vita dell’artista. Chagall infatti nel 1941 fu costretto a fuggire via dalla Francia a causa delle origini ebraiche che l’artista evidenzia orgogliosamente nelle sue opere.
In mostra anche sezioni dedicate alla rappresentazione delle fiabe e della Bibbia, che l’artista illustra affidandosi a simboli che rendono i suoi dipinti opere da leggere, oltre che da osservare. È il caso del quadro La caduta dell’angelo, realizzato da Chagall in tre diverse fasi della sua vita (1923 – 1933 – 1947).
Ci sarà spazio anche per le vetrate realizzate dall’artista, come quelle meravigliose della sinagoga dell’ospedale Hadassah Ein Kerem in Israele, per la sinagoga dello Hassadah Medical Center, presso Gerusalemme, e per la cattedrale di Metz. Perché Chagall, oltre che pittore di talento, padroneggiava anche altre tecniche come il mosaico o il murale. Il percorso espositivo di Chagall. “Sogno di una notte d’estate” racconterà anche questo lato dell’artista.

Stile
Potremmo parlare di fauvismo onirico. Colori potenziati in modo espressionista, deformazioni – qui gioiose – delle figure, primitivismo, joie de vivre matissiana. I suo dipinti non hanno nulla della scientificità del rilevamento surrealista del sogno, nonostante si inseriscano in una dimensione onirica, che egli coglie sia dal proprio passato che, come appare evidente, da un’osservazione delle opere di Gustave Moreau (Parigi, 6 aprile 1826 – Parigi, 18 aprile 1898), pittore simbolista che mostra un mondo sovrannaturale, popolato di creature spirituali, che si collocano tra gli uomini e gli angeli.
Programmazione
Dal 14 ottobre al 28 gennaio Milano, Museo della Permanente
Orari
Tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.30
(ultima fascia prenotabile 18.00-18,30 – la biglietteria chiude un’ora prima)
Aperture straordinarie:
Mercoledì 1 novembre 9.30 – 19.30
Giovedì 7 dicembre 9.30 – 19.30
Domenica 24 dicembre 9.30 – 17.30 (ultima fascia 16,00 -16,30)
Lunedì 25 dicembre 14.30 – 19.30
Martedì 26 dicembre 9.30 – 19.30
Domenica 31 dicembre 9.30 – 17.30 (ultima fascia 16,00 -16,30)
Lunedì 1 gennaio 12.30 – 19.30
Sabato 6 gennaio 9.30 – 19.30

Info ridotto
Hanno diritto al ridotto (audioguida inclusa) rispetto al prezzo intero del biglietto: Visitatori dagli 11 ai 18 anni, visitatori oltre i 65 anni, portatori di handicap, studenti universitari fino a 26 anni non compiuti (con documento)
Info ridotto bambini
Hanno diritto al ridotto bambini rispetto al prezzo intero del biglietto: bambini dai 4 ai 10 anni compiuti
Per acquistare i tuoi biglietti: Acquista 
[smartslider3 slider=8]